TEMPO DI AVVENTO/C

Liturgia del giorno:

https://www.chiesacattolica.it/liturgia-del-giorno


(il testo dei canti si trova in fondo pagina)

ORARI

Orario apertura Santuario: feriale 7.00-12.00; 15.00-19.00

prefestivo 7.00-12.00; 15.00-18.30; 19.30-21.00

festivo 7.00-12.00; 15.00-19.30

S. Messe: feriale 7.30; 8.30; 18.00 (S. Rosario ore 17.30)

prefestivo 7.30; 8.30; 20.00 (S. Rosario ore 19.30)

festivo 8.00; 9.30; 11.00; 17.00; 18.30 (S. Rosario ore 7.30, 16.30)

Adorazione Eucaristica: ogni primo venerdì del mese ore 17.00

Confessioni: da martedì a sabato dalle ore 8.00 alle 11.30 e dalle 15.00 alle 18.00

domenica (non durante le celebrazioni liturgiche)

ORARIO PER LE VISITE : sabato 14.00 - 19.00, domenica 9.00 - 12.30 / 14.00 - 21.00

nei giorni feriali per visite personali, scuole, comitive, pellegrinaggi a richiesta rivolgersi in sagrestia

o per telefono 0290961489.

Responsabile: Padre Priore Walter LEOPIZZI

TEMPO DI AVVENTO

Liturgia del giorno:


https://www.chiesacattolica.it/liturgia-del-giorno

CANTI DI AVVENTO


ALL'OMBRA DELLA CASA TUA
All'ombra della casa tua, Signore,
è gioia convenire
per chiederti l'atteso Redentore,
che i cieli voglia aprire.
Cristo verrà, alleluia!
Pianterà la sua tenda fra noi, alleluia!
La viva fede nella tua parola
conforta la tua Chiesa
e dona la speranza che consola
nei giorni dell'attesa.



INNALZATE NEI CIELI
Innalzate nei cieli lo sguardo:
la salvezza di Dio è vicina.
Risvegliate nel cuore l'attesa,
per accogliere il Re della gloria.

Vieni, Gesù, Vieni Gesù,
discendi dal cielo, discendi dal cielo.

Sorgerà dalla Casa di David,
il Messia da tutti invocato:
prenderà da una vergine il corpo
per potenza di Spirito Santo.

Benedetta sei tu, o Maria,
che rispondi all'attesa del mondo:
come aurora splendente di grazia,
porti al mondo il sole divino.

Vieni, o Re, discendi dal cielo:
porta al mondo il sorriso di Dio;
nessun uomo ha visto il suo volto,
solo tu puoi svelarci il mistero.


OSANNA AL FIGLIO DI DAVID
Osanna al Figlio di David! Osanna al Redentor!
Apritevi o porte eterne: avanzi il re della gloria.

Adorin cielo e terra l'eterno suo poter.

O monti stillate dolcezza: il Re d'amor s'avvicina;
si dona pane e vino ed offre pace al cuor.

O Vergine, presso l'Altissimo trovasti grazia e onor:

soccorri i tuoi figlioli donando il Salvator.

Onore, lode e gloria al Padre e al Figliolo

ed allo Spirito Santo nei secoli sarà.




SIGNORE VIENI
Signore, vieni la terra è pronta e t'accoglierà.
Signore vieni, nei solchi il grano maturerà,
perché ogni vita attende la tua Parola:
al nostro aspettare infine apri il tuo cielo.

Signore, venga per noi il tuo regno!

Signore, vieni: la mensa è pronta e t'accoglierà.
Signore, vieni: non basta il pane all'umanità.
Tu, ospite buono, a noi ridoni vigore:
la cara presenza in noi ravvivi l'amore.


Signore, vieni: la notte, il freddo non han più fine.

Signore, vieni: gli occhi sperano il tuo mattino.
La dolce tua pace si posi sul nostro dolore:
al fuoco tuo vivo rinasca un mondo che muore.

TU QUANDO VERRAI
Tu, quando verrai, Signore Gesù,
quel giorno sarai un sole per noi.
Un libero canto da noi nascerà
e come una danza il cielo sarà.

Tu, quando verrai, Signore Gesù,
insieme vorrai far festa con noi.
E senza tramonto la festa sarà,
perché finalmente saremo con te.

Tu, quando verrai, Signore Gesù,
per sempre dirai: "Gioite con me !"
Noi ora sappiamo che il Regno verrà:
nel breve passaggio viviamo di te.

VIENI, O SIGNORE, LA TERRA TI ATTENDE
Vieni, o Signore, la terra ti attende. Alleluia!
O Sole che spunti da oriente,
splendore di eterna bellezza,
porta la luce nel mondo e la gioia.
O Re della terra e dei popoli,
che guidi con forza e dolcezza,
porta la pace nel mondo e la vita.
All'uomo, che piange tristezza
e geme nell'ombra di morte,
porta la tua speranza e l'amore.

VIENI, SIGNOR: LA TERRA IN PIANTO GEME
Vieni, Signor: la terra in pianto geme.
Signore, volgi lo sguardo e vieni in nostro aiuto;
discendi dalle stelle, o Re del cielo.
Ti vider lontani profeti, mansueto come agnello,
spuntare dal Betlemme come stella.
O cieli, stillate rugiada: discenda il Salvatore;
germoglia, o terra, e dona il Redentore.
Tu spezza con braccio potente le forze dell'errore:
verran le genti al trono dell'amore.